Intro

Questo è il mio diario ed è scritto sulla strada. Parla del tentativo di realizzare un sogno: fare il giro del mondo via terra, senza prendere aerei. Mollo tutto e parto, in solitaria. A contatto con la Natura, senza bucarla dall'alto. Pulito, lento e circolare. Un'avventura d'altri tempi per sentire la terra cambiare sotto i piedi giorno dopo giorno, per attraversare gli oceani a bordo di cargo mercantili, come fantasticavo da piccolo, con acqua e solo acqua ovunque intorno. Uscire, chiudere la porta ed unire il vialetto di casa mia con la via della seta, Karakorum e Himalaya, India, Cina, le risaie del Mekong, i templi buddhisti con le rovine Maya, Macchu Picchu e la Tierra del Fuego, la Panamericana...
Perchè si parte ? Forse per riempire una mappa vuota, o per perdersi o forse solo per giocare in un prato più grande. Non lo so. So solo che questa volta non mi voglio dare nessun limite.
Che bello dirlo, questa volta il limite è il mondo
Almeno ci provo


giovedì 28 giugno 2012

Premio Albatros a Palestrina (Roma)

Sabato 29 giugno, ore 21,30, sarò ospite a Palestrina (Roma) del Festival Albatros per la letteratura di viaggio in qualità di vincitore del premio assegnato dalla giuria degli studenti. Tutti invitati !

4 commenti:

Hermann ha detto...

E' un piacere! Un saluto a nome della giuria giovani dell'Albatros

Anonimo ha detto...

essere premiati dai giovani vale mille volte più del Premio Strega !!!!

complimenti !!!

Rox ha detto...

Purtroppo non posso chiederti l'amicizia su fb....perchè non crei una pagina sempre su fb..... :-))) sto leggendo il tuo libri.... sono arrivata in Cina....con te.... :-)

mondoviaterra ha detto...

Ciao Rox ! In realtà la pagina su Facebook c'è...si chiama Mondoviaterra. Grazie per aver preso il libro ! Eddy